top of page
Mele Natyria SQ 159 1 Kg
  • Mele Natyria SQ 159 1 Kg

    € 3,20Prezzo

    Coltivate in Alto Adige con Metodo Biologico dalla Società Agricola Cooperativa Biosudtirol

    • CARATTERISTICHE

      Natyra nasce dall’incrocio tra la mela Elise e una varietà di origine olandese resistente alla ticchiolatura, una malattia che colpisce i meleti di tutto il mondo causando il deterioramento di foglie e frutti. E' stata selezionata tramite incroci dal Consorzio per l'innovazione varietale dell’Alto Adige - attivo dal 2002 nella ricerca di nuove e interessanti varietà di mele - e proprio grazie alla sua naturale resistenza alla ticchiolatura è molto adatta alla coltivazione biologica.

      E’ una mela dalla spiccata personalità, molto gustosa ed aromatica, adatta a chi ricerca la dolcezza quanto ai palati che prediligono le note acidule. Ha un aspetto molto gradevole, la forma tondeggiante e un colore rosso lucido su un fondo giallo.

      Il profumo sprigiona aromi di fiore di tarassaco e ananas, con note di muschio e profumo di bosco. Ha un sapore agrodolce e molto aromatico che ricorda agrumi, pinoli, datteri, vaniglia, rabarbaro, pesca noce e pepe. La polpa è molto saporita, croccante e succosa,  ideale per essere mangiata a morsi o utilizzata per estratti o centrifughe.

      Trova svariati utilizzi in cucina: è ingrediente è ideale per dolci e confetture ma può essere utilizzata anche nei secondi di carne. Per l’eccezionale croccantezza e il sapore gradevole è molto gradita da bambini e ragazzi che amano sgranocchiarla come spuntino fresco e dissetante. 

      Un’altra caratteristica interessante di Natyria è l’elevata conservabilità che ci permette di gustarla per lunghi periodi avendo l’accortezza di tenerla al fresco. Con il passare del tempo acquisisce dolcezza e perde un po' di croccantezza ma il sapore rimane ottimo e rinfrescante.

    • INFORMAZIONI SUL PRODUTTORE

      Biosudtirol è una realtà nata nel 1990 dall'intuizione di 6 famiglie di coltivatori altoadesini che decidono di convertirsi al biologico, in controtendenza rispetto al momento storico in cui tutti puntavano all'incremento della produttività adoperando sostanze estranee a Madre Natura. Oggi Biosüdtirol comprende 250 agricoltori, le loro famiglie e i 90 colleghi in cooperativa, testardi e determinati alla coltivazione delle mele bio, senza “se” o “ma” ed è sinonimo riconosciuto di coltivazione della mela bio ben oltre i confini dell’Italia. La coltivazione biologica delle mele Biosudtirol adotta una visione olistica: concepisce, infatti, l’azienda agricola come un unico organismo vivente. L’uomo, gli animali, le piante e la terra interagiscono tra loro, in maniera sinergica e complementare. Coltivare la frutta in modo biologico significa salvaguardare l’ambiente e il clima, grazie a una produzione che adotta i criteri della massima sostenibilità rinunciando a pesticidi sintetici e fertilizzanti chimici per ricorrere esclusivamente a concimi organici e a prodotti fitosanitari a base di sostanze identiche a quelle presenti in natura. La biodiversità viene sempre tutelata, le erbacce vengono rimosse meccanicamente senza l’utilizzo di erbicidi  e si mira a instaurare un equilibrio naturale tra flora, parassiti e insetti utili. Questo avviene per consolidare, anziché alterare, il delicato equilibrio della natura. Preservandola così per la prossima generazione. E per tutto coloro i quali verranno dopo.

      www.biomagazen.it/biosudtirol

    Prodotti Correlati